Torna all'indice
Riferimenti Normativi


Il giorno 29/05/2017 si è conclusa, con la visita guidata a Paestum, la terza fase del progetto “Archeoscoprendo”, proposto e diretto dalla Prof.ssa Sirangelo Rosaria e fortemente voluto dalla Dirigente Scolastica  prof.ssa Serafina Ippolito che, fin da subito, ha mostrato verso di esso profonda sensibilità ed intenso coinvolgimento. Leit motiv di tutte le attività proposte è stata l'interdisciplinarità e la sentita volontà di attuare una didattica innovativa e sperimentale, volta a promuovere processi di inclusione che potessero favorire la piena partecipazione di tutti gli alunni. Il progetto ha visto protagonisti tutti gli alunni delle classi prime che sono stati introdotti nel mondo dell’archeologia con l’obiettivo di sensibilizzarli e avvicinarli al valore e alla conoscenza del patrimonio storico- archeologico del territorio locale e regionale, rendendoli consapevoli della sua necessaria salvaguardia e favorendo il senso di appartenenza ad esso e ai beni culturali che in esso ricadono. Tre sono state le fasi in cui si sono articolate le attività proposte. La prima, teorica, in cui gli alunni sono stati stimolati ad individuare le caratteristiche di alcuni reperti archeologici loro mostrati, scoprendo, con piacere, l’appartenenza di alcuni di essi al loro territorio e sono stati guidati a scoprirne le finalità e le modalità con cui sono stati riportati alla luce; hanno appreso cos'è uno scavo archeologico, quali le sue fasi e quali le modalità di conservazione e catalogazione degli oggetti ritrovati; hanno conosciuto nello specifico il sito della polis paestana. L’aspetto più innovativo è stata la seconda fase, quella di gemellaggio stabilita tra il nostro istituto e il sito archeologico di Paestum (Salerno) mediante una connessione live via facebook effettuata in data 26/04/2017 con il Laboratorio del Museo Archeologico di Paestum (vedi profilo facebook Pasta Antonio Amato- sezione video- quinto live). Gli alunni, collegati in diretta con gli archeologi Dott.Francesco Iuliano Scelza e Dott.ssa Francesca Luongo (attualmente impegnati nelle attività di scavo presso la città di Paestum in quanto borsisti del progetto “ Paestum per tutti, il gusto della scoperta”, bandito dal Museo Archeologico e sponsorizzato dal Pastificio Antonio Amato) hanno avuto l’opportunità di scoprire dal vivo le attività di restauro e catalogazione del materiale rinvenuto dagli scavi, di comprendere meglio le dinamiche di uno scavo elaborando domande, producendo commenti e stabilendo confronti. È stato interessante, altresì, trasmettere agli allievi la portata positiva di nuovi canali di comunicazione, come facebook, facendo comprendere loro come essi possano essere strumenti positivi capaci di veicolare esperienze costruttive ed utili all’apprendimento. Si ringrazia calorosamente la collaborazione e la viva partecipazione della Dirigente Scolastica per aver reso possibile la realizzazione di questo progetto permettendoci la fruizione degli spazi e di tutta la strumentazione indispensabile, il Museo Archeologico Nazionale di Paestum che ha prontamente recepito il nostro invito, e lo sponsor delle attività di ricerca su tale sito, Pasta Antonio Amato, che ha reso possibile i contatti online.

Prof.ssa Sirangelo Rosaria