Torna all'indice
Riferimenti Normativi


Facendo seguito alla circolare di quest’Ufficio – prot. n° 128/A-18b del 15/01/2014 – si comunica: -a) Per il personale di ruolo docente, compreso gli insegnanti di Religione cattolica ed ATA le domande di cessazione dal servizio, nonché le istanze di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale con contestuale attribuzione del trattamento pensionistico, devono essere presentate improrogabilmente entro il 7/02/2014, utilizzando esclusivamente la procedura web POLIS “ istanze on line “ disponibili nel sito Internet del Ministero (www.istruzione.it). Non verranno accolte domande di cessazione presentate in forma cartacea. Sempre entro il 7/02/2014 le domande possono essere revocate effettuando tramite POLIS la cancellazione; -b) Possono presentare istanze di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale con contestuale attribuzione del trattamento pensionistico coloro che hanno raggiunto “ quota 96 “ entro il 31/12/2011 senza aver compiuto 65 anni di età e coloro che hanno i requisiti per la pensione anticipata nel 2014 ( 41 anni e 6 mesi per le donne – 42 anni e 6 mesi per gli uomini ). Pensione di vecchiaia : 65 anni per gli uomini, 61 per le donne con almeno 20 anni di contributi ( 15 anni per chi è in possesso di anzianità contributiva al 31/11/1992 ). Il personale che accede alla pensione anticipata con età inferiore a 62 anni è soggetto alla penalizzazione prevista dall’art. 24 del L.214/2011; -c) L’istanza di trattenimento in servizio dovrà essere presentata dal Personale Docente e ATA, in forma cartacea, entro il 7/02/2014, a quest’Ufficio; -d) Per il pagamento della pensione diretta ordinaria oltre alla domanda di cessazione, è obbligatoria la domanda di pensione che dovrà essere inviata direttamente all’Ente previdenziale esclusivamente attraverso le suguenti dodalità: -1) Presentazione della domanda on-line accedendo al sito dell’INPS ex gwstione INPDAP, previa registrazione; -2) Presentazione della domanda tramite Contact Center Integrato ( tel. 803164 ); -3)  attraverso l’assistenza gratuita del Patronato. Se l’istanza di pensione non venisse presentata in una delle modalità sopra indicate, la pensione non potrà essere erogata. Per ulteriori chiarimenti ed informazioni gli interessati potranno rivolgersi all'Ufficio di Segreteria.