Torna all'indice
Riferimenti Normativi


Biblioteca, Rassegna stampa | 23.04.2012
     16 e  23 aprile - ore 17,00-18,30 - Biblioteca della scuola       Esperto: Dott.ssa Graziella Ceccarelli, psicologa      Incontro con i genitori: "L'importanza della lettura ad alta voce ai propri figli"  

Da alcuni anni la nostra scuola propone percorsi di promozione alla lettura anche attraverso la presenza attiva dei genitori, trasformati in lettori per i piccoli studenti. Ogni mese le porte della biblioteca si aprono per ospitare mamme attente e motivate, che diventano per un'ora narratori di fiabe, favole e racconti. La puntuale e sollecita partecipazione dei genitori agli inviti in biblioteca ci ha spinti a realizzare un percorso formativo che aiuti a capire l'importanza della lettura ad alta voce. L'obiettivo è far comprendere ai genitori come questo semplice gesto possa coinvolgere molteplici aspetti, fondamentali per la crescita dei propri figli. Raccontare fiabe significa educare, elevare. L'atmosfera di magia condivisa con i genitori crea sicurezza, senso di protezione e fiducia verso se stesso e gli altri, doni preziosi che il bambino porterà con sè per il resto della vita dandogli forza nei momenti di sconforto. Ascoltare favole mette in moto l'immaginazione e la creatività, attraverso le quali la parola ascoltata si trasforma in immagine mentale. Questo renderà gli uomini e le donne di domani capaci di modificare le situazioni che vivono, rappresentando nella mente nuove soluzioni ai problemi. E ancora, leggere ad alta voce stimola l'apprendimento cognitivo ed emotivo, utile a gestire l'emergere di emozioni anche negative come la rabbia.

 

L'iniziativa, inserita nel progetto "Topino di biblioteca", coinvolge i genitori dei bambini di tre e quattro anni della Scuola dell'Infanzia e di sei anni della Scuola Primaria, che si incontreranno nella biblioteca della Scuola il 16 e 23 aprile dalle ore 17,00 alle 18,30. I gruppi saranno guidati dalla psicologa dott.ssa Graziella Ceccarelli alla scoperta "dell'importanza della lettura ad alta voce ai propri figli".